I quattro colori di Hogwarts

Raccontateci le avventure dei vostri sim!
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#171

23 giu 2019, 22:24

Immagine

William: … come hai fatto a capirlo?
Morgan: è da giorni che tu dici “cosa vuoi?” quando non avevo ancora neanche bussato alla porta della tua camera. Bisognava essere proprio tardi per non capire che stai prevedendo tutto quello che sta per succedere.
William: per il momento l’hai capito solo tu.
Morgan: ma quindi cosa stai Prevedendo, di preciso?
William: sto vedendo delle specie di… scene nella mia testa, e poi quelle cose succedono sul serio.
Morgan: ma quanto lontano riesci a Vedere? E quanto…
William: sono solo frammenti, e sono sempre eventi che stanno per succedere attorno a me.

Morgan: ma quindi...
William: 7
Morgan: ma...
William: gennaio.
Morgan: e...
William: no, almeno quello no.

Immagine

Morgan: è proprio strano, sai?
William: (rassegnato) non dirlo a me.
Morgan: ma perché non vuoi dirlo a nessuno? Sembra una cosa fortissima!
William: (scettico) fortissima? Sto diventando scemo per cercare di dividere il Presente dalle Premonizioni, sai? È facilissimo fare confusione. E tutte queste immagini nella testa mi stanno anche dando un gran mal di testa.

E poi non pensava di poterlo dire a qualcuno, non era una situazione normale. Perfino Scarlett, quella mattina, l’aveva chiamato mostriciattolo. E solo sulla base di un piccolo sospetto.

In fondo, forse, non poteva neanche darle tutti i torti. Chi mai avrebbe voluto avere a che fare con qualcuno che sa già tutto quello che stai per fare e per dire?

No, la soluzione migliore era non farlo sapere a nessuno. Se una notizia del genere fosse diventata di dominio pubblico, rischiava di restare completamente da solo.

Solo gente come sua sorella Morgan poteva pensare che una cosa del genere potesse avere anche dei risvolti positivi.

Immagine

Morgan: invece sono sicura che i tuoi amici la prenderebbero bene, sai?
William: quali amici?
Morgan: Randall, e le altre due ragazze con cui andate sempre in giro.
William: (scuote la testa) non credo proprio, guarda com’è andata oggi…


------------------------------------------
Immagine

Immagine
1 x
Immagine
Avatar utente
Tati
Fantasy Queen
Messaggi: 2459
Iscritto il: 18 mag 2016, 8:34
Sito web: http://www.simscc.com/taty/
ID Origin: Taty86

#172

24 giu 2019, 16:27

Eccomi a recuperare! Secondo me anche will dovrebbe avvisare gli amici di questo dono che ha... Potrebbero capirci qualcosa di più tra tutti e sbrogliare il mistero!!!
0 x
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#173

24 giu 2019, 20:32

Tati ha scritto:
24 giu 2019, 16:27
Eccomi a recuperare! Secondo me anche will dovrebbe avvisare gli amici di questo dono che ha... Potrebbero capirci qualcosa di più tra tutti e sbrogliare il mistero!!!
Se Scarlett non gli avesse urlato contro in quel modo probabilmente ci sarebbe arrivato nel giro di ancora qualche giorno, anche se per lui non sarebbe stato per niente facile parlarne con chiunque. Ora invece rischia davvero di chiudersi a riccio e evitare tutti, chissà che succederà...
1 x
Immagine
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#174

26 giu 2019, 22:48

Capitolo 23.5:
Famiglia


Immagine

Panico a Diagon Alley
Nella mattinata di ieri si è scatenato il panico a Diagon Alley. La causa è stata velocemente ricondotta a un piccolo gruppo di folletti della Cornovaglia intenti a distruggere tutto quello che incontravano sul loro cammino. Resta invece misteriosa l’identità di chi ha liberato le suddette creaturine. - Chiunque siano i colpevoli, il loro scopo doveva essere creare scompiglio in una via sempre molto affollata come questa.- dice Lucas Davies, giovane cadetto al Ministero della magia. Il Ministero non ha voluto aggiungere altro, ma è facile sospettare un legame con l’attentato al Ministero della Magia dei giorni scorsi.


Quindi, chiunque ci fosse dietro a tutto quel caos, agiva in modo seriale. E al Ministero non sapevano che pesci prendere… la faccenda si faceva sempre più interessante, Scarlett non vedeva l’ora di leggere la risposta alla lettera che aveva scritto al fratello il giorno precedente.

Immagine

Isabelle: ciao Scarlett!
Scarlett: oh, ciao Isabelle.

Immagine

Isabelle: ehi, guarda chi c’è! Ciao Will!

Scarlett rispose con una faccia imbronciata, mentre William finse di non averle neppure viste.

Isabelle: ma non vi parlate ancora? Non potreste scusarvi e finirla qui?
Scarlett: perché diamine dovrei scusarmi? È tutta colpa sua!

Isabelle si limitò a rispondere con un’espressione perplessa, non capiva proprio perché quei due se la fossero presa tanto per una questione del genere. D’altro canto, li conosceva anche abbastanza da sapere che non sarebbe stato facile fargli fare pace.

Scarlett: piuttosto, credo che tra poco ci raggiungerà anche Julia, sai?
Isabelle: oh, sul serio?
Scarlett: poco fa si stava preparando per venire qui per colazione, probabilmente sarà già per le scale.

In effetti pochi minuti dopo Julia entrò in sala grande sbadigliando vistosamente.

Immagine

Isabelle: ciao Julia!
Julia: Isa!

Immagine
0 x
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#175

26 giu 2019, 22:48

Immagine

Isabelle: allora, come stai?
Julia: benissimo, sai che l’altra mattina a Incantesimi sono riuscita a far volare il mio areoplanino per prima? La prof Collins era molto soddisfatta di me!
Isabelle: bravissima!
Julia: e poi mi hanno detto che domani ci insegnano a volare sulle scope!
Isabelle: (un po’ preoccupata) sul serio?

Immagine

Scarlett: sono sicura che ti divertirai un sacco. Basta che tu non faccia la fifona come tua sorella alla nostra prima lezione.
Isabelle: comunque è un po’ pericoloso.
Scarlett e Julia: fifona, fifona!

Sì, era evidente che Julia si stesse ambientando molto bene con i grifondoro.
-------------------------------------------
Immagine

Randall: puoi passarmi la pinza?
Hershel: ricevuto!

Invece Randall e suo fratello Hershel stavano di nuovo lavorando sul loro prototipo. L’idea di base era molto semplice: creare un dispositivo elettronico che funzionasse con l’energia magica invece che con quella elettrica. In teoria il loro prototipo sarebbe dovuto riuscire a fare magie attingendo direttamente sull’energia magica che lo alimentava, senza l’intervento di nessun mago. L’adattamento delle componenti del circuito non era stata difficile, a Randall era bastato ripassare ciò che aveva studiato sull’alchimia al primo anno. Il problema principale restava trovare una fonte di energia magica con cui alimentare i loro congegni. Avevano scoperto che nell’ambiente c’era un sacco di energia magica inutilizzata, ma non erano ancora riusciti a trovare un metodo per incanalarla in modo produttivo.

Per cercare di capirci qualcosa di più si erano messi a smontare una vecchia radio dei maghi che aveva trovato loro madre. A quanto pare le radio, a differenza dei telefoni o delle televisioni, erano molto diffuse nelle case dei maghi, e in qualche modo funzionavano anche senza corrente elettrica. Doveva trarre energia da qualche altra fonte, e loro avevano tutte le intenzioni di capire quale fosse.

Immagine

Hershel: allora, cosa c’è dentro?
Randall: un secondo che tolgo questa vite… ecco fatto.

L’interno della radio era però molto diverso da quanto si aspettassero.

Hershel: manca la presa.
Randall: sì, vedo…
Hershel: e anche tutti i cavi… in pratica ci sono solo le casse!
Randall: che sia solo una scatola incantata per far uscire la musica?
Hershel: quindi c’è l’incantesimo di un mago dietro… mi sa che siamo punto a capo, Randall.

Immagine

Gli altri corvonero li osservavano da una certa distanza, perplessi. All’inizio avevano provato a chiedere ai fratelli Collins cosa stessero facendo, ma anche i più volenterosi si erano arresi quando Randall aveva tentato di spiegare loro il sistema di numerazione binaria e la corrente alternata. Quando qualcuno gli chiedeva perché lo facevano, loro rispondevano: “con la tecnologia i babbani riescono già a fare cose incredibili, dobbiamo restare al passo!”.
0 x
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#176

26 giu 2019, 22:49

Immagine

Morgan: senti Randall, posso parlarti un secondo?
Randall: certo, dimmi pure.
Morgan: intendevo, posso parlarti in privato?

Si vedeva dall’espressione doveva essere molto preoccupata per qualcosa, la radio probabilmente poteva aspettare un altro po’.

Randall: oh, certo. Hersh, puoi mettere a posto tutta questa roba?
Hershel: ricevuto!

Immagine

Randall: che succede?
Morgan: sono molto preoccupata per Will, negli ultimi giorni l’ho visto parecchio giù di morale. Non è che per caso tu gli hai parlato?
Randall: l’avevo notato anch’io, in effetti. Però non so dirti niente, sembra quasi che in questi giorni ci stia evitando. Isabelle mi ha anche detto che ha litigato con Scarlett… cioè, quei due bisticciano spesso, ma non avevano mai discusso sul serio prima.
Morgan: come pensavo.
Randall: ma tu sai cosa gli prende? Cioè, è sempre stato un po’ sulle sue, ma così è troppo anche per lui.

“E adesso cosa posso rispondergli?”, si chiese Morgan. Se avesse raccontato tutto a Randall, William come minimo l’avrebbe disconosciuta come sorella. Ma Will non poteva nemmeno continuare a nascondersi da tutti in questo modo. Però, forse, se Randall ci fosse arrivato per conto suo…

Immagine

Morgan: sinceramente non so di preciso cosa gli prenda. Che abbia ricominciato a fare quegli strani sogni la notte?
Randall: dici? Potrei provare a parlargli, magari riesco a capirci qualcosa di più.
Morgan: sul serio potresti?
Randall: anzi, sai che faccio? Ci vado subito.

E Randall si incamminò pensieroso verso l’ingresso della scuola, per cercare William. Sinceramente non credeva che c’entrassero i sogni, quel problema l’aveva risolto anni prima grazie a sua nonna. Ma la situazione iniziava a preoccupare anche lui.
-------------------------------------------
Immagine

William stava camminando tranquillamente verso il suo dormitorio, quando Vide che Randall stava per trovarlo. Con un sospiro di rassegnazione, si preparò alla sua solita recita di quelle ultime settimane.

Immagine

Randall: Will! Finalmente ti ho trovato!
William: buongiorno, Randall.

Non sembrava per niente sorpreso di vederlo lì, ma piuttosto annoiato.

Randall: allora, come stai?
William: come al solito.
0 x
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#177

26 giu 2019, 22:49

Immagine

Randall: ho sentito che hai litigato con Scarlett, cos’è successo?
William: non è colpa mia se non sa perdere.
Randall: lei però dice di essere sicura che tu abbia barato.
William: e come avrei fatto a barare in un duello? C’era anche il prof Thompson, sai?
Randall: va bene, però…
William: se non ti dispiace, vorrei tornare nel mio dormitorio. Ho dei compiti da fare.
Randall: se vuoi possiamo farli insieme.
William: non ce n’è bisogno. Ciao.
Randall: ciao…

Immagine

C’era di sicuro qualcosa di molto strano, anche se non riusciva ancora a capire bene cosa. Sembrava anche più distaccato del solito, come se avesse altro per la testa. Aveva ragione Morgan, Will gli stava nascondendo qualcosa.
------------------------------------------------
Immagine

Finalmente una buona notizia, era arrivata la risposta di Lucas alla lettera del giorno prima!


Ciao Scarlett, tutto bene a Hogwarts?

Qui al Ministero c’è il delirio più totale, perché continuano a esserci questi piccoli attentati e nessuno riesce a capire chi diamine ci sia dietro. Dovresti vedere il mio capo, di questo passo come minimo gli viene un esaurimento nervoso. E anche noi Auror non siamo messi tanto meglio, stiamo facendo straordinari su straordinari.
Comunque, non ne sappiamo molto di più di quanto non abbiano già scritto sulla Gazzetta del Profeta. La cosa che ci preoccupa di più e che in nessuno dei luoghi colpiti sia rimasta la benché minima traccia di attività magiche, viene quasi da pensare che dietro a tutto questo non ci siano dei maghi. Ma chi altri potrebbe volere mettere in ridicolo in questo modo il Ministero?
In pratica non sappiamo più che pesci pigliare…
Spero vivamente che a te le cose vadano meglio, anche se con gli esami e il Quidditch credo proprio che tu sia occupata almeno quanto me! Tieni duro, intesi?

Baci
Lucas



Immagine

Così neanche suo fratello ne sapeva niente… peccato, era proprio curiosa di capire cosa stesse succedendo fuori da Hogwarts. Si mise a scrivere una risposta al fratello, per raccontargli come le erano andati i primi giorni di scuola.

Da quando suo fratello aveva finito la scuola, e quindi non doveva più sopportarlo per tutto il giorno, i due andavano molto più d’accordo e si scambiavano spesso lettere via gufo. E poi questa faccenda degli attentati era molto intrigante, e suo fratello era l’unica persona con cui potesse parlarne.
0 x
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#178

26 giu 2019, 22:50

Immagine

Immagine
0 x
Immagine
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#179

7 lug 2019, 19:02

Capitolo 24.5:
Esilio


Le prime settimane di lezione passarono tranquille (almeno per gli standard di Hogwarts). Oggi però non ci concentreremo sul castello, ma su quanto accadde in quei giorni nella Foresta Proibita che lo circonda.

4 ottobre 2019, Foresta Proibita

Immagine

Quel giorno infatti era in giorno più importante della vita per Handir, l’elfo della Foresta. Era il suo sedicesimo compleanno, giorno in cui tradizionalmente la sua gente festeggiava il passaggio all’età adulta. Le Sacerdotesse di quella Foresta erano già pronte a iniziare la tradizionale cerimonia del passaggio, tenuto in una radura nascosta laddove il bosco era più fitto.

Sacerdotessa: oggi siamo qui riuniti per celebrare il passaggio all’età adulta di Handir, figlio di Edrahil e di Meleth. Puoi farti avanti, Handir.

La cerimonia era molto semplice, Handir avrebbe solo dovuto dimostrare che il suo Spirito fosse in sintonia con la Foresta in cui vivevano.

Sacerdotessa: puoi procedere.
Handir: d’accordo.

Immagine

Handir chiuse gli occhi e si concentrò sulla Foresta: doveva riuscire a entrare in contatto con gli alberi, gli animali, gli altri elfi e in generale tutte le altre creature che vivevano nella Foresta.

Ma c’era un problema.

Immagine

Meleth: (preoccupata) come mai ci mette tanto?

Handir non si era mai sentito veramente parte di quella Foresta, a differenza degli altri elfi si era sempre sentito attratto da qualsiasi cosa accadesse al di fuori di essa. Per questo passava tantissimo tempo al limitare della Foresta a osservare il castello di Hogwarts e quello che facevano i suoi occupanti. E per questo in quel momento non riusciva a entrare in contatto con quello che lo circondava.

Immagine

Sacerdotessa: c’è qualche problema?
Handir: no, mi serve solo un momento per…
???: ma non lo sentite? Non ci riesce! Lui non fa parte della nostra Foresta!
Sacerdotessa: non affrettare le cose, lasciami controllare.

Immagine

La sacerdotessa chiuse gli occhi e si concentrò sulla Foresta e i suoi occupanti. Immediatamente tutti percepirono la comunione con lei, tutti tranne Handir.

Sacerdotessa: (seria) hai ragione, non riesco a entrare in contatto con lui. Handir, sai cosa significa questo?

Handir era scioccato, sapeva perfettamente cosa stava per dire e non poteva fare nulla per evitarlo.

Sacerdotessa: se non sei in comunione con la Foresta, non potrai più vivere qui con noi.
0 x
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 634
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#180

7 lug 2019, 19:03

Immagine

Meleth: cosa? Volete esiliarlo?
Sacerdotessa: lo sai che non dipende da me.
Meleth: ma dove andrà?

Immagine

???: ho sentito che va d’accordo con gli umani, che chieda aiuto a loro!
? ?: sì, può sempre fare l’elfo domestico!

E scoppiarono a ridere. Handir non era mai andato molto d’accordo con gli altri elfi della Foresta, ma non si sarebbe comunque mai aspettato un trattamento simile da parte loro.



Sacerdotessa: (severa) Handir, ti ordiniamo di abbandonare questi luoghi il prima possibile. Addio.

Gli elfi presenti si allontanarono dalla radura, sparendo velocemente dalla vista. Con lui rimase soltanto sua madre.

Immagine

Meleth: mi dispiace...
Handir: …

----------------------------------------
Immagine

Randall: è proprio ridicolo che si rifiutino ancora di parlarsi, per una cosa stupida come un duello poi.
Isabelle: Scarlett continua a dire che Will in qualche modo abbia barato. Dice che sembrava quasi che lui prevedesse le sue mosse.
Randall: prevedere dici?

Il discorso venne interrotto dal lancio di un sassolino, che cadde proprio in mezzo a loro.

Randall: un sasso?
Isabelle: credo che venisse dalla Foresta.

Vedendo che si erano voltati verso la Foresta, Handir fece capolino da dietro un albero per farsi vedere.

Immagine

Isabelle: ma quello non sarà mica Handir!?
0 x
Rispondi