I quattro colori di Hogwarts

Raccontaci le tue storie di gioco!
Da quelle inventate alle sfide che hai intrapreso!
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#341

Off Topic
La prossima parte vera e propria della storia sarà ambientata quando i ragazzi saranno ormai adulti. Stavolta però non farò un salto temporale vero e proprio, i prossimi capitoli saranno un po' di raccordo e copriranno gli ultimi due anni a Hogwarts di quei quattro scapestrati.

Capitolo 48.6:
Sesto anno


A dispetto di ogni possibile previsione, gli anni successivi a Hogwarts furono sorprendentemente tranquilli. Infatti nessun pazzoide tentò di distruggere la scuola, né tantomeno di rapire qualche studente. Quindi le preoccupazioni dei ragazzi erano principalmente rivolte verso problemi molto più normali quali discussioni con gli altri studenti, lo studio, le partite di quidditch e la coppa delle case.

-----------------------------------------------------------------------

01/09/2019, Hogwarts

Immagine

Randall: e rieccoci qui! Allora, come vi sono andate le vacanze?
William: (alza le spalle) come al solito.
Randall: come sta Morgan? È dagli esami di giugno che non la sento più.
William: non mi sorprende, ha avuto molto da fare. L'hanno assunta come giornalista per la Gazzetta del Profeta.
Randall: (sorpreso) ma dai? E cosa scrive?
William: di preciso non lo so, ma da quello che dice punta a scrivere la rubrica dell’oroscopo.
Randall: in effetti ce la vedo, in sala comune passava pomeriggi interi a fare l’oroscopo di tutti.

Immagine

Isabelle: Non cercare di sviare il discorso però!
Randall: eh?
Isabelle: secondo me stai cercando di distrarci!
Randall: non ti seguo.
Isabelle: non ci hai ancora detto come sono andate a finire le cose con la tua amica, Victoria!
Randall: (arrossendo) ah, quello. Beh, ecco, in pratica…

Immagine

Hershel: (sbucando fuori dal nulla) in pratica sono stati appiccicati tutta l’estate come una vongola e il suo scoglio.
Randall: (imbarazzato) … grazie per la bella immagine, Hersh…
Isabelle: (divertita) quindi è andata bene! Meglio così, no?

In quel momento li raggiunse anche Handir, che fino a quel momento era stato occupato nei preparativi per la riapertura della scuola.

Immagine

Handir: ehi, ciao ragazzi!
Isabelle: ciao Handy!

Immagine
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#342

Immagine

Julia: ciao Handy! Ah già, me lo stavo dimenticando, ti dobbiamo restituire una cosa…

Julia si mise a cercare qualcosa in tasca, e ne tirò fuori uno dei cappelli di Handir.

Julia: ecco qua, lo avevi dimenticato a casa nostra!
Handir: oh, ecco dov’era finito. Grazie!
Randall: (perplesso) dimenticato? A casa vostra?
Julia: sì, non ve l’hanno ancora detto? Handy ha passato quasi tutta l’estate da noi.
Randall: e poi dite a me!
Isabelle: (imbarazzata) ehm, ecco…

Immagine

Julia: invece tu come stai, Scarlett? Non hai ancora detto nulla.
Scarlett: uhm… diciamo solo che sono contenta di essere tornata qui a scuola.

Per tutta l’estate i giornali avevano continuato a scrivere della Resistenza e di tutto quello che aveva combinato suo padre. Ed era pure dovuta andare al Ministero con suo fratello per testimoniare su quanto aveva visto durante lo scontro che era avvenuto lì a Hogwarts alla fine dell’anno precedente. In sostanza, non aveva passato una gran bella estate...

William: (per cambiare discorso) si sta facendo tardi, se non volete perdervi il banchetto di inizio anno ci conviene andare in Sala Grande.
-------------------------------------------------------------------------------
Pochi giorni dopo, sala comune dei Grifondoro.

Immagine

Anche dopo essere tornata lì a scuola tutti sembravano trattarla con le pinze, perché sembravano ricordarsi fin troppo bene quanto fosse giù di corda alla fine dell’anno precedente.

Per lo meno sembrava che nessuno volesse parlare ancora di quella faccenda, cosa che a Scarlett stava benissimo. A dirla tutta, voleva solo cercare di smettere di pensarci e riprendere la sua vita di sempre.

Dopo averci pensato un po’ decise che un buon punto di partenza poteva essere la squadra di Quidditch dei grifondoro. Dopotutto impegnarsi seriamente in quell’attività l’aveva sempre aiutata a tenere i brutti pensieri lontano dalla mente, e sinceramente non ce la faceva più a starsene ferma tutto il giorno a rimuginare su quello che era successo.

Per fortuna il Preside aveva confermato il suo ruolo di capitano della squadra, e lei non aveva nessuna intenzione di sprecare un’opportunità simile.

Immagine

Scarlett: (si schiarisce la voce) ragazzi, potreste ascoltarmi per un momento? Ho prenotato il campo da quidditch, le selezioni per la squadra saranno domani pomeriggio. Ci servono due nuovi cacciatori e un battitore, poi potremo iniziare ad allenarci sul serio. Perché quest’anno la coppa del quidditch non ce la toglie nessuno, ho un buon presentimento!
----------------------------------------------
Il mattino seguente, negli spogliatoi.

Immagine

Dire che Scarlett in quel momento fosse preoccupata era un eufemismo. Certo, non era il primo anno che organizzava le selezioni per la squadra, ma questa volta temeva seriamente che non si sarebbe presentato nessuno. Non dopo tutte le partite che avevano perso l’anno precedente solo perché lei era troppo distratta dai suoi problemi personali per riuscire a prendere il boccino d’oro, per lo meno. Non avrebbe certo biasimato gli altri grifondoro se si fossero stufati di lei e avessero deciso di lasciar perdere la squadra. Nel qual caso probabilmente avrebbe riconsegnato il distintivo da capitano della squadra, sarebbe stata la cosa più giusta da fare…

Il fatto che a cinque minuti dall'inizio delle selezioni nessuno si fosse ancora fatto vedere non la aiutava certo a tirarsi su il morale...
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#343

Immagine

Julia: (emozionata) ciao Scarlett! (Guarda l'orologio) Che vi dicevo, siamo in ritardo!
???: allora meglio non perdere altro tempo, no? Quando iniziamo?

Scarlett fissava allibita tutta la gente alle spalle di Julia: ma quanti erano? Non aveva mai visto tanta gente alle selezioni per la squadra, doveva esserci almeno la metà dei suoi compagni di casa lì fuori!

Scarlett: (rinfrancata) mettetevi le uniformi, io vi aspetto fuori!

Immagine

Le selezioni durarono tutto il pomeriggio. Molti dei candidati in realtà non sembravano saperne molto di Quidditch, un paio sembravano avere addirittura qualche problema a restare in sella alle loro scope. Scarlett riuscì comunque a mettere assieme una squadra molto promettente, era molto soddisfatta di come erano andate le selezioni.

Immagine

Julia: è stato divertentissimo!
Scarlett: sono contenta di sentirtelo dire, perché se vuoi da domani potrai allenarti con noi.
Julia: (emozionata) un secondo, vuoi dire che sono in squadra? Davvero?
Scarlett: certo che sì, sei stata bravissima oggi! Ma sei proprio sicura di non aver mai giocato prima?
Julia: ah ah, non avevo mai visto una pluffa da così vicino prima di oggi.
Scarlett: (divertita) allora devi proprio essere un talento naturale!

Immagine

Scarlett: Adesso dovremo solo trovare un modo per dirlo a tua sorella senza che le venga un colpo.
Julia: (preoccupata) ah già, è vero…
Scarlett: (incoraggiante) sta’ tranquilla, sono sicura che riusciremo a convincerla.
--------------------------------------------------------------------------------------
Immagine

Isabelle: (preoccupata) ma sei proprio sicura che sia il caso di farla giocare a Quidditch? A me sembra troppo pericoloso!
Scarlett: (convinta) tua sorella ha un talento naturale per il Quidditch, sarebbe un vero peccato sprecarlo. E poi ci siamo io e gli altri grifondoro a tenerla d’occhio, sono sicura che non si farà male.
Isabelle: non è che non mi fidi di voi, ma…
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#344

Immagine

Randall: secondo me ha ragione Scarlett, se Julia vuole giocare non vedo perché non dovre…
Isabelle: se fosse tuo fratello a voler giocare non saresti preoccupato?
Randall: (si mette a ridere) ah ah, ma ce lo vedi Hershel che gioca a quidditch? Potrebbe essere perfino peggio di me!(continua a ridere)
Isabelle: ok, forse non era un buon esempio. Però sul quel campo ho già visto fin troppa gente farsi male... Per esempio vi ricordate di Cohen, l’anno scorso? Si è rotto contemporaneamente il polso e il braccio, e poi si era pure slogato una caviglia!
Scarlett: Julia è molto più sveglia di Cohen. E poi lui è stato proprio sfortunato, gli sono arrivati addosso due bolidi contemporaneamente! Nessuno poteva preveder…

Dicendo questo Scarlett si bloccò di colpo, forse le era venuta un’idea.

Immagine

Nel frattempo William, che fino a quel momento se n’era stato seduto zitto e tranquillo, cercando di dare l’impressione di non essere minimamente interessato a quella discussione. Rendendosi però conto di stare per essere tirato in ballo, si affrettò a dire:

William: (categorico) assolutamente no.
Scarlett: ma che ti costa? Tanto tu le partite le guarderesti comunque, no? Dovresti solo mandarci qualche… ehm… segnale se Julia rischia di farsi male. Tanto tu lo Vedresti comunque in anticipo, no?
William: non se ne parla neanche, non ho intenzione di mettermi a sbracciare sugli spalti davanti a tutta la scuola per…
Scarlett: allora ci basterà inventare un segnale un po’ meno vistoso!
William: ma…

Immagine

Noah: (tra sé e sé) Vedere in anticipo..?

(*per chi non si ricordasse di Noah, vi basti sapere che è il compagno di casa di Will più antipatico*)
------------------------------------------------------------------------------
Qualche ora più tardi...

Immagine

William: (esasperato) e va bene, terrò d’occhio Julia durante le partite. Soddisfatti?
Scarlett: sì, molto.

William non aveva capito di preciso come ci fosse riuscita, ma dopo una discussione estenuante Scarlett era di nuovo riuscita a spuntarla. Era impressionante come riuscisse ad averla sempre vinta quando si impuntava su qualcosa… in effetti quando si impegnava riusciva ad essere perfino più testarda delle sue compagne di casa a serpeverde.

Immagine

Scarlett: quindi il problema è risolto, no?
Isabelle: ma…
Randall: se Will tiene d’occhio Julia in partita, non vedo come possa farsi male.
Isabelle: (sfinita) e va bene, avete vinto voi. Julia può entrare in squadra.
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#345

Nel frattempo, poco lontano da lì...

Immagine

Noah continuava a pensare che quel Walker non gliela avesse mai raccontata giusta. Sembrava un individuo assolutamente mediocre, non sembrava particolarmente carismatico né portato per la magia, eppure era diventato prefetto e ormai si vociferava che sarebbe pure potuto diventare caposcuola l’anno successivo. Lui invece non era mai neanche stato preso in considerazione, nonostante tutta la fatica che aveva fatto, tzé…

Forse era quel suo strano modo di fare, come se si sentisse sempre un passo avanti agli altri. Noah poteva anche essere l’unico a pensarla così in tutta la scuola, ma era ormai certo che Walker stesse nascondendo qualcosa di grosso. Qualcosa come...

Noah: avete sentito che hanno detto? Cosa vi dicevo, sa Prevedere il Futuro molto meglio di quanto non ci abbia detto!
???: uhm, ma ne sei proprio sicuro?
? ?: a me non sembra che abbiano detto niente di strano…
Noah: (risoluto) vi dico che ci sta nascondendo qualcosa, e ve lo dimostrerò!
Immagine
Avatar utente
Tati
Fantasy Queen
Messaggi: 2573
Iscritto il: 18 mag 2016, 08:34
Sito web: http://www.simscc.com/taty/
ID Origin: Taty86

#346

Eccomi a recuperare!!
Come sempre non manca l'azione! Sono felice che sia riuscita a mettere insieme la squadra e a risollevarsi il morale...il compagno più antipatico di Will invece sta tramando di sicuro qualcosa visto che sospetta chissà quali segreti nasconda Will...rimango in attesa degli sviluppi e rinnovo i miei complimenti...sei davvero bravissima!!! A presto :*
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#347

Off Topic
Questo capitolo l'ho chiamato "Extra" principalmente perché l'ho scritto dopo quelli che seguiranno, e non mi andava di far scalare tutta la numerazione...

L'ho messo qui per seguire l'ordine cronologico, ma con il prossimo capitolo riprendiamo esattamente da dove ho interrotto il precedente. ;)
Extra: Lo statuto internazionale di segretezza

15 dicembre 2019, casa Collins

Immagine

Ciao Vicky, come va?

Io non vedo l’ora di tornare a casa per le vacanze di Natale, per fortuna manca soltanto una settimana! Tre mesi non mi erano mai sembrati durare tanto, giuro.
Mi manchi tantissimo

Randall

P.S: il prototipo per il telefono ha di nuovo preso fuoco. Non riusciamo proprio a capire perché, questa volta i calcoli sembravano giusti…



Victoria a quel punto girò la lettera, trovandosi davanti a una lunga serie di calcoli strampalati.
Randall era sempre il solito, solo lui poteva rimpinzare di numeri e formule una lettera indirizzata alla sua ragazza.
Impaziente come al solito, Victoria si mise immediatamente a scrivere la risposta.

Immagine

L’estate precedente Randall le aveva spiegato come far recapitare le sue lettere dai gufi, in modo che potessero comunicare facilmente anche quando lui era a Hogwarts. Probabilmente non era il metodo di comunicazione più efficiente, ma era comunque meglio che niente. Per fortuna la settimana successiva sarebbe finalmente tornato a casa…

Ciao Randall!

Qui è tutto tranquillo, come al solito. Anch’io non vedo l’ora che arrivino le vacanze di Natale, a scuola ci stanno già massacrando di verifiche. E naturalmente mi manchi un sacco, senza di te è una gran noia qui.
Per il tuo telefono, ma quanto fosforo ci avete messo? Così rischiate di far saltare per aria mezza torre, è pericoloso! Cercate di usarne un po’ meno!

A presto
Vicky


Victoria rilesse un’ultima volta la sua lettera. Poi la fissò alla zampa della riluttante civetta che le aveva consegnato poco prima il messaggio di Randall, in modo che potesse tornare a Hogwarts con la risposta.

Immagine
----------------------------------------------------------------------------------
Immagine

Hershel: finalmente a casa! Stavolta ci abbiamo proprio messo una vita!
Randall: ah ah.

A differenza dal solito, Randall non sembrava particolarmente loquace. Sembrava invece impegnato a scrutare in direzione di una certa finestra del loro condominio, sperando di riuscire a scorgere qualche testa trecciuta. Dopo quasi quattro mesi passati a Hogwarts non vedeva l’ora di poter riabbracciare Victoria.

Immagine

E le sue aspettative non furono deluse: pochi secondi dopo infatti Victoria si affacciò alla finestra, gli fece segno di stare fermo lì e poi uscì di corsa dalla sua stanza per raggiungerlo.
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#348

Immagine

Randall: ciao Vicky!
Victoria: finalmente siete arrivati!
Hershel: (imbarazzato) ehm… credo proprio che porterò in camera i bauli. Ciao.

Detto ciò, Hershel si allontanò alla massima velocità che gli consentiva il suo pensante carico. Non aveva nessuna voglia di assistere al loro saluto, aveva già visto abbastanza smancerie l’estate precedente.

Immagine

Immagine

Victoria: mi eri mancato tantissimo! Ma non puoi proprio tornare qui un po’ più spesso?
Randall: … purtroppo no, sono le regole della scuola…
Victoria: (sospira) sì, me l’hai già spiegato. Ma non è giusto lo stesso.




Immagine

Sig. Collins: di preciso, quanto ha detto a Victoria?
Hershel: ehm… non saprei...

In realtà Hershel, tra quello che gli aveva detto Randall e quello che aveva (involontariamente) origliato, era riuscito a ricostruire praticamente tutta la storia, Resistenza compresa. Suo fratello gli aveva però anche chiesto di non raccontare nulla ai loro genitori, quindi Hershel aveva deciso di essere il più vago possibile su quell’argomento. O, per lo meno, voleva provarci.

Immagine

Sig.ra Collins: (pensierosa) l’altro giorno mi è sembrato di sentire un gufo che bussava alla finestra dell’appartamento di fianco al nostro.
Hershel: …
Sig.ra Collins: e poi a Randall non è mai piaciuto lo statuto di segretezza…
Sig. Collins: quindi secondo te gliel’ha detto?
Sig.ra Collins: (annuisce)
Sig. Collins: Hersh, sei sicuro di non saperne proprio nulla?
Hershel: beh, ecco…
Sig. Collins: Hershel…

Hershel non era mai stato bravo a nascondere un segreto, in pratica i suoi genitori gli avevano già letto in faccia che ne sapeva qualcosa.
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#349

Immagine

Hershel: …e-e va bene, gliel’ha detto.

Immagine

Il signor e la signora Collins si guardarono con aria preoccupata, stavano entrambi pensando alla stessa cosa.
Essendo un babbano e una strega, conoscevano molto bene quanto delicata e complicata fosse la situazione che stava vivendo loro figlio.

Sig.ra Collins: … secondo me dovremmo parlare a entrambi.
---------------------------------------------------------------------------
Immagine

Sig.ra Collins: (incoraggiante) non fate quella faccia, su. Non è mica un’interrogazione!

Nonostante la signora Collins stesse cercando di alleggerire un po’ l’atmosfera, l’espressione di tutti quanti restava comunque molto seria. Era evidente che Randall e Victoria avessero capito da soli per quale motivo era stato chiesto loro di andare lì, e che la situazione li preoccupasse non poco.

Immagine

Sig.ra Collins: forse è meglio arrivare subito al punto. Abbiamo saputo che hai detto a Victoria chi siamo.
Randall: … come l’avete capito?
Sig.ra Collins: l’altro giorno ho sentito un gufo che picchiettava alla sua finestra.
Randall: ah.

Immagine

Sig. Collins: vi rendete conto che questa è una situazione molto seria, vero?
Randall e Victoria: …
Sig.ra Collins: suppongo che sappiate entrambi che, secondo lo statuto internationale di segretezza, solo chi è imparentato con dei maghi dovrebbe essere a conoscenza del mondo magico…
Randall e Victoria: …
Sig.ra Collins: … e che quindi, secondo la legge, non avresti ancora potuto dire niente a Victoria.
Avatar utente
§HermioneSims§
Simmer adulto
Messaggi: 938
Iscritto il: 16 feb 2019, 10:19
Località: Hogwarts

#350

Immagine

I due ragazzi stavano impallidendo sempre di più, stavano entrambi pensando a cosa prevedesse la legge nella peggiore delle ipotesi come punizione per i trasgressori di quella legge. Randall sarebbe stato denunciato per la violazione dello statuto internazionale di segretezza, mentre a Victoria sarebbe stata modificata la memoria in modo che dimenticasse tutto quello che sapeva sui maghi. Ed era soprattutto quest'ultima eventualità a spaventarli di più.

Immagine

Sig.ra Collins: d’altro canto, sappiamo anche quanto sia difficile nascondere la propria vita alle persone a cui si tiene di più…
Sig. Collins: … e sappiamo anche quanto sia spiacevole avere la netta impressione che la tua ragazza ti stia nascondendo qualcosa di grosso, qualcosa di cui tra l’altro si rifiuta di parlarti.
Randall: (sorpreso) ma quindi…
Sig. Collins: pensiamo che abbiate fatto bene a dirvi tutto. Era la soluzione migliore, per tutti e due.

Immagine

Randall: … mi avevate fatto venire un colpo! Non potevate dircelo subito?
Sig.ra Collins: volevamo solo essere sicuri che vi ricordaste che la legge è molto severa in proposito. Se manterrete un basso profilo non credo che il Ministero possa farti storie per aver raccontato tutto alla tua ragazza, ma non potete dirlo a nessun altro. Va bene?
Victoria: … certo, signora Collins.

Sia Randall che Victoria erano visibilmente sollevati, quindi alla fine anche i genitori di Randall stavano appoggiando la loro scelta!
------------------------------------------------------------------

Immagine

Victoria stava attraversando la camera avanti e indietro a grandi passi. Era ancora molto agitata per quello che era appena successo, non ce la faceva proprio a stare ferma.

Randall: … beh, non mi sembra che sia andata tanto male.
Victoria: quindi secondo te sarebbe andata bene? Mi hanno quasi fatto venire un colpo, non potevano dircelo subito che erano d'accordo?
Randall: va bene, ma...
Victoria: e poi come hanno fatto a sentire il gufo? Ho sempre fatto attenzione, sono sicura...
Randall: la mamma ha sempre avuto un udito al di sopra della media.

Immagine

Randall: e poi, per certi versi, è meglio così.
Victoria: così come?
Randall: beh, adesso almeno con la mia famiglia non dovremmo più preoccuparci di cosa diciamo, no?
Victoria: (poco convinta) ah. Bene.
Randall: forse non è molto... ma è comunque un primo passo, no?
Rispondi