[ALBUM] Crossover

Trasformate i Sims in veri attori!
Raccontateci le vostre storie!
Avatar utente
annalaura55
Simmer adulto
Messaggi: 979
Iscritto il: 03 apr 2017, 18:48
Località: Roma
ID Origin: annalaura55

#11

Devo dire che tu sei davvero la regina delle immagini... una meraviglia! Sono una più stupenda dell'altra e i paesaggi sono qualcosa da mozzare il fiato! :swow: :swow: :sconf:
Adoro anche come scrivi e la storia mi ha molto preso! Cosa accadrà a Alice? Continua, continua! :yeee:
Avatar utente
archisim
Trista Mietitrice
Messaggi: 2419
Iscritto il: 19 mag 2016, 21:54

#12

Allora per la Guardia Temporale (eh eh lo sapevo che avrebbe sollevato curiosità) c'è... tempo 8-)
Un po' alla volta sarà tutto svelato e avrete un quadro più completo della strana società che mi sono inventata hihi... Ad ogni capitolo ci sarà un approfondimento su un personaggio o una caratteristica (per esempio la Guardia Temporale) e quando in un capitolo ci sarà qualcosa di nuovo verranno aggiornate anche le biografie dei personaggi... che saranno tantissimi!! E ci saranno diverse storie intrecciate, ma voi potrete scegliere come seguirle, ma capirete dal terzo capitolo cosa intendo 8-)
Nel frattempo spero che vi facciate tantissime domande :-D
Grazie per i complimenti, le foto (e relativi scenari) sono la cosa che amo di più fare, stavolta ho deciso che se doveva essere fantasy, aveva bisogno di una mano :lol:
Immagine
Avatar utente
Tati
Fantasy Queen
Messaggi: 2568
Iscritto il: 18 mag 2016, 08:34
Sito web: http://www.simscc.com/taty/
ID Origin: Taty86

#13

Wow! Ambientazione,foto e racconto...tutto impeccabile! Adoro come scrivi e sono curiosa di sapere di più sulla guardia temporale, su Alice e su Rabbit!
Avatar utente
archisim
Trista Mietitrice
Messaggi: 2419
Iscritto il: 19 mag 2016, 21:54

#14

Tati ha scritto: Wow! Ambientazione,foto e racconto...tutto impeccabile! Adoro come scrivi e sono curiosa di sapere di più sulla guardia temporale, su Alice e su Rabbit!
Muhaha grazie ma che dire.. lo sai già... ci sara da aspettare 8-) :lol:
Immagine
Avatar utente
mettiu
Ex-Staff
Ex-Staff
Messaggi: 815
Iscritto il: 19 mag 2016, 14:01
ID Origin: matprim

#15

:sbav: Uau :sbav:
Non so cos'altro dire. Le foto le amo, ma come sempre, adoro tutto ciò che crei con questo gioco che a tratti odio ed amo.. Geniaccio.
Voglio sapereeeeeeee
Avatar utente
archisim
Trista Mietitrice
Messaggi: 2419
Iscritto il: 19 mag 2016, 21:54

#16

[BBvideo=560,315][/BBvideo]
mettiu ha scritto: :sbav: Uau :sbav:
Non so cos'altro dire. Le foto le amo, ma come sempre, adoro tutto ciò che crei con questo gioco che a tratti odio ed amo.. Geniaccio.
Voglio sapereeeeeeee
Addirittura 8-) grazie :-D
Io questo gioco già lo amo... ora ho scoperto come mettere insieme quello che effettivamente è con quello che invece vorrei che fosse... ed è subito idillio :slove2:
Le foto del secondo capitolo sono pronte.. ce n'è una che mi ha fatto disperare ma sono molto soddisfatta.. non vedo l'ora di proporvelo. . Ci saranno nuovi e 'vecchi' personaggi, e una misteriosa Ministra..... :-o
Immagine
Avatar utente
archisim
Trista Mietitrice
Messaggi: 2419
Iscritto il: 19 mag 2016, 21:54

#17

1.2 - Il mestiere del vento

Immagine

Dopo aver salutato Rabbit e la mia città, una vettura con autista mi condusse velocemente alla piccola stazione ferroviaria di Windenburgo: essendo una città prevalentemente portuale, tutti gli altri mezzi di trasporto erano poco utilizzati e mal gestiti, per cui il dover viaggiare in treno, e per giunta su rotaie via terra, mi provocava un certo disagio, dal momento che non ne capivo fino in fondo il motivo.
Nella lettera di incarico, che avevo dovuto leggere e sottoscrivere quasi alla cieca, era però indicato espressamente l’utilizzo delle ferrovie terrestri, forse proprio perché poco frequentate e quindi ritenute il mezzo più discreto per eseguire i vari spostamenti.
Fortunatamente io dovevo solo preoccuparmi di portare la mia persona sul treno giusto all’orario stabilito, poiché tutto ciò che concerneva trasporto bagagli, biglietti e quant’altro era perfettamente organizzato e sincronizzato da Lady Tremaine ed i suoi ‘uccellini’.

Immagine

Come previsto il mio treno era in ritardo, per cui decisi di accomodarmi in sala d’attesa.
Quest’ultima era abbastanza sudicia e sguarnita ma, oltre al tabellone con gli orari, su ogni parete libera era stato installato uno schermo televisivo: poco male, avrei potuto far passare il tempo più velocemente.

[…le vecchie navi rappresentano il passato! Il pallone aerostatico Zeppelin è il futuro! Sicuro per i trasporti di cose e persone, durante il viaggio potrete sorseggiare il vostro cocktail preferito e godervi il panorama…]

[…nuovo colpo portato a termine con successo dalla misteriosa ladra di opere d’arte soprannominata ‘Catwoman’ grazie all’abilità con la quale riesce ad introdursi in luoghi considerati inespugnabili e fare man bassa di quadri e gioielli. Le autorità brancolano nel buio, ma la taglia fissata sulla sua testa ha raggiunto la cifra da capogiro di cento milioni di simoleon…]


Proprio ascoltando le recenti notizie mi accorsi che nella saletta erano presenti altri viaggiatori in attesa: un tizio alle prese con la biglietteria, una ragazza completamente immersa nella lettura di un libro, e un ragazzo dall’aria annoiata, seduto sul bordo della panca, proprio vicino a un grosso pacco incartato, la cui forma e dimensioni corrispondevano quasi inequivocabilmente a quelle di un grosso quadro.

Immagine

Pensai tra me e me che potesse trattarsi della misteriosa ladra di opere d’arte, opportunamente travestita, ma osservando meglio il ragazzo capii che, vista la stazza e le possenti spalle, sarebbe stato impossibile per l’agile scassinatrice celarsi in un travestimento tanto artificioso.
Probabilmente sentendosi osservato, il ragazzo oggetto del mio poco furtivo interesse mi dedicò una lunga occhiata - e devo dire che ebbi la sensazione che anche lui avesse avuto il mio stesso dubbio riguardo ad un possibile travestimento - ma poi tornò a fissare inespressivamente un punto indefinito di fronte a lui, dopo aver trovato qualcosa nel mio aspetto che non mi classificasse come un potenziale pericolo per il suo quadro.
Immagine
Una volta salita a bordo del treno, giunto in stazione con estenuante ritardo, mi recai subito nel vagone ristorante per ordinare una sana colazione per il mio stomaco ancora vuoto.
Non so se avete mai viaggiato su uno di questi vecchi treni, ma vi assicuro che i pasti che servono sono assolutamente deliziosi, sia per gli occhi che per il palato: nulla a che vedere con le frettolose pietanze confezionate sottovuoto dall’aspetto denso e colloso che vengono distribuite sui mezzi di trasporto più veloci come l’Aeroferrata o la teleferica.

Immagine

Mi accomodai sul primo tavolo libero che trovai nel vagone successivo: uno era occupato dal tizio della biglietteria mentre, costantemente accanto al suo quadro, in piedi e con aria sempre più annoiata, stava il ragazzo che mi aveva incuriosito nella sala d’attesa.
Gironzolava avanti e indietro davanti alla porta di collegamento tra le carrozze, fingendo di interessarsi ora al panorama, ora alla bacheca che riportava gli orari di passaggio attraverso le varie stazioni, ma era evidente che non voleva allontanarsi più di tanto dal suo prezioso bagaglio, quasi avesse paura che qualcuno potesse improvvisamente sottrarglielo.
Il tizio della biglietteria era seduto al tavolo immediatamente di fronte e, forse sentendosi un po’ a disagio (io lo sarei stata), ad un certo punto si alzò e cambiò carrozza.
Non appena il ragazzo del quadro notò che nessuno era più nelle immediate vicinanze, sembrò rilassarsi e finalmente prese posto su un sedile sotto al finestrino.
Io nel frattempo avevo terminato la mia colazione, e decisi di andare a rinchiudermi nella mia cabina per poter esaminare meglio il contratto (ahimè ormai già sottoscritto) e svagarmi un po’ per far passare le ore di viaggio.
Proprio mentre sfilavo di fronte al viaggiatore inquieto, il mio telefono portatile emise un trillo: era la mia più cara amica Oscar la quale, saputa della mia partenza, si rammaricava di non avermi potuto salutare, lamentandosi di non essere stata avvertita da me medesima.

Immagine
Avatar utente
archisim
Trista Mietitrice
Messaggi: 2419
Iscritto il: 19 mag 2016, 21:54

#18

Hans: Dovresti badare di più al paesaggio che al tuo telefono.

Alice: Scusa, come hai detto?

Hans: Dico semplicemente che sei stata così presa dal trangugiare frettolosamente il tuo toast, fissare il sottoscritto e guardare il telefono, che non ti stai nemmeno godendo il viaggio.


Immagine

Normalmente lo avrei rimesso subito al suo posto, rispondendogli per le rime, ma il fatto che avesse notato il mio interesse mi aveva messo a disagio, ed esitai.

Hans: Ti senti colta in flagrante? Tranquilla non c’è problema, evidentemente non passo inosservato. Comunque il mio nome è Hans.

Alice: Io sono…


Non ebbi nemmeno il tempo di concludere la frase, che la porta di fronte a noi si aprì rumorosamente, e fece il suo ingresso una donna alta dai lunghissimi capelli biondi, completamente vestita di nero.

Immagine

Dopo aver richiuso la porta con vigore, si voltò verso di noi, ci squadrò entrambi dalla testa ai piedi, e senza proferir parola o accennare un saluto, mi scartò e proseguì verso il centro della carrozza, si sedette su un sedile sotto al finestrino, aprì un libro e si mise a leggere come se niente fosse.
Ebbi l’impressione che la sconosciuta avesse cercato volontariamente di incrociare il nostro sguardo, ma questa volta ebbi riflessi pronti e ricambiai l’indesiderata attenzione con un’espressione altrettanto insolente.
Hans invece sembrò apprezzare l’inaspettato incontro e dedicò alla donna uno dei peggior sguardi da cascamorto che avessi mai potuto vedere: effettivamente era davvero molto bella, e sebbene inguainata in un abitino nero, la scollatura sul davanti metteva in mostra un paio di graziose rotondità.

Immagine

Hans: Non farci caso: abito nero, stivali neri, cappello nero, faccia da str****... deve far parte del Ministero della Legittimanza. Gran gnocca però.

Quel commento mi strappò un sorriso, ma mi fece anche capire di essermi completamente sbagliata su questo Hans: aveva decisamente un ottimo spirito di osservazione, e probabilmente non doveva nemmeno essere un allocco, come l’espressione svagata e il suo aspetto trasandato invece suggerivano.
Con un sorriso di circostanza troncai quell’assurda conversazione, e mi diressi verso la mia agognata cabina.
Ormai eravamo in viaggio da qualche ora, e i fumosi tetti color mattone di Windenburgo, che fino a poco prima si vedevano in lontananza, erano stati sostituiti dal grezzo ed inospitale deserto che ci separava dal centro abitato successivo.
Giunta finalmente in cabina, ebbi giusto il tempo di rileggere poche righe dell’incarico prima di venire sopraffatta da una profonda stanchezza - forse dovuta all’abbondanza di burro nel mio toast - per cui indossai una vestaglia e mi coricai.

Immagine

Fui bruscamente svegliata da uno sferragliante rumore di freni quando il treno effettuò la prima fermata.

Immagine

Sbirciando dal mio finestrino notai, forse con un po’ di rammarico, che l’inquieto viaggiatore, ovviamente in compagnia del suo inseparabile quadro, era sceso dal treno, seguito dalla ragazza che in sala d’attesa era assorta nella lettura, la quale stava fittamente parlando al telefono, incalzata da Hans che le intimava di affrettare il passo.


AGGIORNAMENTI:
- aggiornata biografia di Lady Tremaine
Avatar utente
archisim
Trista Mietitrice
Messaggi: 2419
Iscritto il: 19 mag 2016, 21:54

#19

Immagine
Alice

Figlia di un Capitano di Ventura, quando questi sposa Lady Tremaine, ricca vedova divenuta una magnate dell’industria del caffè grazie ai trasporti marittimi, viene ufficialmente adottata dalla matrigna, insieme al fratello minore Rabbit.
Dopo la misteriosa scomparsa del padre in seguito a una spedizione per mare, Alice viene indottrinata dalla matrigna e, non appena raggiunta la maggiore età, viene arruolata con successo nella Guardia Temporale, dove, grazie alle sue doti naturali, raggiunge velocemente la classe d’Elite.
Si trova spesso a viaggiare sola per portare a termine diversi importanti incarichi che le procura la matrigna tramite le sue conoscenze altolocate, per cui ha imparato a badare a sé stessa e la sua aspirazione è quella di mettere da parte abbastanza denaro per potersi permettere una vita indipendente insieme al fratellino.

Alice è una manipolatrice del tempo, qualità che le ha permesso di accedere senza difficoltà alla Elite della Guardia Temporale.
Le sue capacità sono per lo più legate al poter fermare il tempo a proprio piacimento: può bloccare ogni forma di vita in un determinato raggio di azione, oppure indirizzare il suo incantesimo direttamente a cose o persone, senza che queste subiscano danni. L'incantesimo svanisce in un paio d'ore, ma può essere prolungato o interrotto solo da Alice stessa. Quando viene richiesta per un incarico, la maggior parte delle volte è costretta ad usare il proprio potere per permettere al cliente di scappare da una situazione critica senza fare vittime e quindi subire conseguenze gravi.

Viene inconsapevolmente coinvolta in una cospirazione organizzata da Lord Baratheon per sbarazzarsi della donna che porta in grembo un suo figlio illegittimo, Lady Melisandre, la quale avrebbe ingaggiato Alice proprio per farsi scortare presso la dimora del padre del bambino.
L'inganno viene smascherato ma il Ministero della Legittimanza è costretto ad indagare sul caso, e solo grazie all'intercessione di Lord Time, comandante della Guardia Temporale, il nome di Alice viene fatto sparire dal rapporto e la sua fedina penale rimane immacolata.
Di rientro dopo lungo tempo, Alice si interroga però su un possibile coinvolgimento di Lady Tremaine nella faccenda.
Avatar utente
Amaranta
Simmer eterno
Messaggi: 3003
Iscritto il: 09 ott 2016, 14:51
Località: Arezzo

#20

Mica gli uccellini di Lady Tramaine saranno gli stessi di Varys... :shock: no, perché quelli si lasciano corrompere da qualche dolcetto :smmh:
Rispondi